Compro Oro chiusiIl Compro Oro. Quante volte ne avrai sentito parlare.
Telegiornali, Le Iene, Striscia la Notizia, quotidiani nazionali….
chi più ne ha più ne metta.

Sai cos’è (un negozio), sai cosa fa (compra oro) e sai pure che non ci si può fidare.
Che sono tutti ladri.
Che derubano la gente.

Però sono sicuro che ci sono anche tante cose che non sai: tipo com’è nato il fenomeno e perché NON puoi generalizzare facendo di tutta l’erba un fascio… ma soprattutto che, se non ci fossero stati i Compro Oro, tanta gente sarebbe andata a finire morta ammazzata.

I Compro Oro NON sono la piaga sociale che pensi.

Ti racconto una storia:
Sono i lontani anni ’90 e da qualche parte in Italia cominciano ad affacciarsi sul mercato i primi “compratori di oro”.

Prima questa funzione era svolta dal gioielliere sotto casa che accettava pagamenti in oro dai clienti e dava loro in permuta (cioè, in cambio) il gioiello che volevano acquistare ma che non potevano pagare in moneta sonante.

Dal 2000 in poi (immagino che se spremi bene le meningi lo ricordi sicuramente) i primi Compro Oro cominciano ad alzare timidamente le loro serrande ed affacciarsi da indipendenti su piazza.

Una nuova attività nasce sempre dalla mente di chi riesce a percepire un’esigenza concreta del consumatore. E i Compro Oro non fanno eccezione.

Infatti dal 2004/2005, con l’avvicinarsi e l’intensificarsi della crisi, le famiglie che cominciano ad avere difficoltà ad arrivare a fine mese trovano risorse insospettate di denaro aprendo i cassetti del comò… proprio così, il vecchio oro messo da parte da anni si rivela una risorsa preziosa da vendere in cambio di soldi.

Prendi per esempio la famiglia Rossi… due figli, mamma casalinga e papà che ha appena perso il lavoro. Affitto, bollette, pannolini, cibo e non si sa quanti altri debiti a cui far fronte… lui sta cercando lavoro ma nel frattempo la famiglia è al collasso.

Poi il sig. Rossi ha un’idea. Passeggiando sotto casa ha visto un nuovo negozio, ‘Compro Oro’ si chiama e ritira oro in cambio di soldi.

Fantastico!

dove siamo

Ha la possibilità di scendere sotto casa a vendere quelle catenine e bracciali che non mette da una vita (e di cui non ha mai saputo l’utilità fino ad ora) e poter far fronte alle sue immediate difficoltà in attesa di trovare un nuovo lavoro.

Grazie al Compro Oro, il sig. Rossi ha avuto un po’ di respiro e ha potuto far fronte ai sui debiti. E questa è solo una tra le tante storie che negli anni ho vissuto sulla mia pelle di negoziante e di cui sono stato testimone.

Buona o cattiva che sia, questa attività ha permesso negli anni passati (e permette tutt’ora) a tante famiglie di cavarsela, superare il momento di difficoltà ed evitare la catastrofe.

Si, perché senza Compro Oro il sig. Rossi avrebbe avuto una sola ed unica possibilità di sopravvivenza: rivolgersi allo STROZZINO.

Lo strozzino, se non lo sai, è quella figura radicata in ogni quartiere a cui si rivolge chi è all’ultima spiaggia per avere denaro.
Te lo presta, certo che te lo presta. Ma lo rivuole indietro, subito e con interessi altissimi.

E se non glielo ridai alle sue condizioni, il prezzo da pagare è veramente troppo alto.
Parliamo di morti ammazzati. Di gente che si è vista morire mogli e figli.
Di poveracci che si sono buttati giù da un ponte per la vergogna dei debiti.

Io penso che alla fine non tutto il male sia venuto per nuocere, no?

L’attività di Compro Oro ha rivestito negli anni (e lo fa tuttora) un importante ruolo sociale che resta più nascosto, non fa notizia… te lo immagini il TG5 che urla: “Ultima notiziaaaaa, Compro Oro salva il sig. Rossi dai debiti e gli evita il suicidioooo”

…mmmm penso proprio che non funzionerebbe!

Perciò, ricapitolando, il Compro Oro:

  • non è quella BESTIA NERA che tutti dicono
  • Non è nato con l’intento di derubare la gente
  • Non è gestito da un vampiro succhia sangue ma da un normalissimo uomo che fa un lavoro come tanti altri.

Chi oggi ha o lavora in un Compro Oro è uno come te, uno come me, uno come tanti che ha aperto un’attività commerciale e offre un servizio al cittadino. Punto.

Ciò non toglie che all’inizio non erano proprio tutti angioletti con l’aureola.
Infatti l’attività di compravendita dell’oro è nata in un settore dove all’epoca (parliamo del 2000 in poi) non c’erano leggi adeguate che la facessero filare dritta per la retta via.

Nulla che tutelasse il cittadino e caos più totale per quanto riguarda la parte più delicata: come stabilire o no se il prezioso venduto fosse “pulito” o frutto di attività criminali (la cosiddetta ricettazione di oggetti rubati).

L’occasione era troppo ghiotta per certi ambienti malfamati che si sono subito buttati nell’affare dei Compro Oro. La criminalità si infiltra ovunque, specialmente lì dove non ci sono regole e controlli a sufficienza. Figuriamoci dove non ce n’erano per niente, come in questo caso!

Negli anni le Autorità (Stato, Guardia di Finanza, Polizia, ecc.) hanno lavorato duramente per mettere ordine nel far west dei Compro Oro… una terra di nessuno in cui i più furbi la facevano da padroni.

Multe di migliaia di euro, sequestri, licenze strappate e serrande abbassate definitivamente… queste sono solo alcune delle azioni che hanno compiuto per poter mettere la parola “fine” all’ondata di criminalità che c’era in questo settore.

Ora immagina… Nello scenario che ti ho raccontato c’erano due tipologie di Compro Oro:

  • La prima è quella che ha salvato il sig. Rossi dai debiti. È gestita da un comunissimo uomo che la mattina si guarda allo specchio con orgoglio e che è felice e tranquillo di fare un lavoro onestamente.
  • La seconda è quella dove chi gestisce il negozio ha contatti con la malavita e usa il Compro Oro come facciata per i propri traffici. Essendo lui un criminale su larga scala, lo è anche in piccolo con tutti i sig. Rossi su cui riesce a mettere le mani. E non gliene frega niente di derubarlo.

Indovina un po’ quale tra le due categorie ha avuto i danni peggiori da tutto lo schifo generato da questa anarchia di regole dal 2000 ad oggi?

Non certo quella dei malavitosi.
Però una cosa buona in tutto questo, c’è.

Negli anni si è venuta a creare una sorta di “selezione naturale” che ha causato la chiusura di quasi tutti quei Compro Oro gestiti da criminali.

Mi spiego meglio. Tra:

  • Le multe e i sequestri che hanno contribuito a raddrizzare un po’ l’ago della bilancia dalla parte degli onesti
  • Le leggi sempre più specifiche che hanno permesso di inquadrare al meglio tutto il gran casino generato negli anni
  • La grande quantità di Compro Oro aperti in breve tempo che si fanno concorrenza spietata
  • Un settore che piano piano si è stabilizzato perché non è più visto dai cittadini come una novità…

…si sono create delle condizioni mooolto ma mooolto SFAVOREVOLI per chi fa questo lavoro solo per rubare al prossimo.

La situazione non è più quella dei grandi guadagni facili, oggi è vero il contrario: chi apre il negozio ogni giorno per mandare avanti la baracca non è di certo il ladro.

Troppo faticoso.

Morale della favola: si è avviata una “procedura di purificazione” con la quale solo i Compro Oro ONESTI rimangono sul mercato e mandano a zampe all’aria tutti gli altri.

Sono quelli che non hanno mai avuto niente da temere dalle multe o dai controlli perché sono in regola da sempre.

Sono quelli che non hanno mai subito sequestri o visite dei finanzieri perché in regola e soprattutto (mi ripeto ma non fa niente… voglio che ti entri in testa) ONESTI.

Sono quelli che, nonostante tutta la cattiva pubblicità cha hanno avuto ed hanno tutt’ora per colpa di chi ha rovinato questo settore usandolo per derubare gli altri, riescono ad alzare la serranda ogni mattina perché (ecco, ora mi dai un pugno sul naso ma te lo ridico lo stesso!) ONESTI.

Tutti gli altri, quelli che insomma poggiano le proprie radici sulla criminalità, non si mettono a studiare marketing e modi per fare guerra alla concorrenza. Non passano ore a realizzare una nuova promozione per i propri clienti.

Quando il settore si fa complicato, chiudono e se ne vanno.

Ora, non voglio e non posso dirti che tutti i Compro Oro che oggi sono ancora sul mercato sono gestiti da persone per bene. E’ certo però che rispetto a un anno fa il mercato è cambiato davvero molto e le tante serrande chiuse sono il segno che i disonesti e gli incapaci se ne stanno andando per un’altra strada.

Il processo di pulizia non è ancora terminato. Ma noi rimaniamo alla finestra e mangiamo pop corn vedendone cadere sempre di più.

Essere onesti, tuttavia, non significa automaticamente saper svolgere bene un mestiere o una professione, essere capaci ed esperti. C’è chi “sbaglia” per furbizia e chi invece lo fa per ignoranza.

E’ per questo che quando avrai bisogno di un Compro Oro devi sempre, sempre, sempre affidarti a chi pensi sia un esperto del settore con una buona fama.

Dimmi la verità… guarderai i Compro Oro con altri occhi adesso?

Immagino proprio di si!