La vera storia sull’identità dei clienti dei Compro Oro

Identità clientiE’ ormai qualche anno che sono nel settore dei Compro Oro e ho parlato con migliaia di clienti, non scherzo… migliaia.

Ho sempre fatto di tutto affinché nei miei negozi si respirasse un’atmosfera rilassata e i miei clienti si sentissero a proprio agio.

E devo dire di esserci riuscito molto bene perché davvero spesso i clienti sono diventati poi quasi amici, si fermano a raccontarti la loro vita, passano a negozio anche solo per fare due chiacchiere.

Perché ti dico questo? Perché ho chiacchierato, ascoltato e dibattuto con persone di ogni ceto sociale e classe economica. Ne ho sentite di tutti i colori perché ognuno a suo modo ha voluto raccontarmi i perché e i per come sono venuti a negozio da me a vendere qualche gioiello d’oro.

Ognuno mi ha voluto raccontare un pezzo della propria vita.

Mi ha svelato un aspetto della sua identità raccontando a me, un perfetto sconosciuto fino a pochi minuti prima, cose che non avrebbe avuto il coraggio di far sapere ai propri cari.

Diciamo che fa parte della natura umana volersi giustificare di un’azione che riteniamo giudicabile dagli altri. E così spesso mi ritrovo ad ascoltare storie di litigi familiari, incidenti d’auto, aziende andate male, lavori persi, sogni infranti, amori finiti, lussi svaniti.

C’è un po’ di tutto insomma.

Unendo i puntini di tutte queste storie si riesce a identificare spesso uno schema comune, un modo di comportarsi quasi predefinito. Ed ho notato anche un altro aspetto molto interessante: negli anni i clienti sono cambiati, i motivi per cui si vende oro sono cambiati, le necessità sono diverse. Ora ti spiego cosa intendo.

Qualche anno fa, agli inizi della tanto chiacchierata crisi, la quotazione dell’oro in borsa correva all’impazzata e si poteva affermare quasi con assoluta certezza che di mese in mese l’oro sarebbe salito, il suo valore sarebbe aumentato.

Siamo passati così a leggere quotazioni in borsa davvero incredibili: dai 28 euro al grammo nel 2010 a 44 euro al grammo di settembre 2012.

Capisci questo che significa? TV, giornali, telegiornali… non si parlava d’altro che di “quotazioni d’oro alle stelle” e “l’espansione del business dei Compro Oro”.

Più se ne parlava, più gente valutava l’idea di vendere i suoi vecchi gioielli per monetizzare.

E avevano ragione! Mai come in quel momento se vendevi il tuo vecchio oro avresti fatto un’operazione economica coi fiocchi, liquidando il vecchio metallo giallo acquistato molti anni prima a un prezzo basso e realizzando così un utile pazzesco.

Nessun altro investimento avrebbe reso così tanto come ha fatto l’oro in quegli anni.

In quella fase i miei clienti erano davvero di ogni genere.

Alcuni vendevano per strette necessità, altri (la grossa fascia) vendevano per mantenere sfizi o permettersi vizi che in quel momento non riuscivano a sostenere, altri ancora liquidavano tutto l’oro messo da parte negli anni per monetizzare e sfruttare l’ottima quotazione dell’oro.

Per fare un esempio è come se 10 anni fa il tuo consulente in banca ti avesse venduto delle azioni Apple e oggi tornassi li allo sportello per dire “vendi tutto che incasso”. Avresti sfruttato l’ottimo momento della quotazione dell’azienda di Cupertino per realizzare un eccellente guadagno.

Nella primavera del 2013 accade però l’incredibile.

La quotazione dell’oro comincia a precipitare.
I Compro Oro si adeguano, non possono fare altro purtroppo, e la gente comincia a vendere sempre meno. O meglio, tutti quelli che volevano lucrare quanto più possibile dalla vendita del proprio oro si mettono sulla difensiva e aspettano momenti migliori.

Il tempo passa e l’oro scende sempre di più, fino a toccare i 27,90 euro al grammo a fine 2013. Siamo in pratica tornati indietro di 3 anni.

adv-video-blog

Dopo una prima fase di stallo totale in cui la gente rimaneva scioccata delle basse quotazioni dell’oro, piano piano le compravendite sono riprese, con ritmi diversi e con attori diversi.

Molti Compro Oro hanno chiuso. Specialmente quelli improvvisati che non avevano benché minima idea di cosa significasse essere sul mercato e offrire un servizio per il quale la gente avrebbe scelto loro piuttosto che gli altri concorrenti.

I clienti sono cambiati. Sono scomparsi quasi del tutto quelli con grosse quantità d’oro. Non perché l’oro non ci sia più, le indagini dicono che gli italiani hanno ancora enormi quantità d’oro nelle cassette di sicurezza.

E’ semplicemente successo che molte persone hanno fatto un ragionamento del tipo: “Non ho bisogno di venderlo quindi aspetto il giorno che la quotazione dell’oro salirà di nuovo”. Quando non importa.

Il “cliente tipo” è così diventato quello che sceglie di vendere solo l’oro strettamente necessario per coprire una spesa improvvisa, un debito non rimandabile o perché no, uno sfizio a cui proprio non può o non vuole rinunciare.

Dopo quel picco a ribasso l’oro ha poi cominciato lentamente a riprendersi. Oggi si assesta intorno ai 36 euro al grammo.

Ricorda che parliamo sempre di quotazione di oro puro in borsa che non c’entra nulla con la cifra che avrai dal Compro Oro. E’ comunque il principale riferimento per capire quanto dovrai aspettarti dalla vendita del tuo oro.

Se vuoi approfondire l’argomento leggi l’articolo che ho scritto qualche tempo fa in cui ti spiego esattamente come si arriva a calcolare la tua quotazione.

Come clientela quindi oggi abbiamo un po’ di tutto. In parte gente che vende per necessità e un’altra parte che vende per monetizzare e togliersi di mezzo il vecchio oro che non usa più.

Non è importante sapere in quale schieramento ti trovi ma è fondamentale per te capire i motivi per cui scegli di vendere il tuo oro.
Solo così non avrai mai rimorsi e non ti sentirai in dovere di giustificarti davanti a nessuno.

Vendere il proprio oro non è un peccato, né una cosa da dover giustificare. Conosco personalmente persone che hanno creato delle entrate supplementari per il proprio bilancio familiare comprando e vendendo oro. Se compri quando è basso e vendi quando è più alto guadagni, non c’è altro da spiegare.
Ma questo è un altro argomento che magari affronterò un’altra volta.

Ora, quello che ti chiedo è: se devi vendere il tuo oro, a prescindere dai motivi che ti spingono a farlo, cosa vorresti?

Provo a suggerirti io qualche risposta: rivolgerti a qualcuno

  1. Professionale
  2. Competente
  3. Trasparente
  4. Onesto.

Trovare tutte queste qualità in qualcuno oggi non è facile ed è per questo che ti invito caldamente a seguire i consigli che lascio sul mio blog per scegliere dove e a chi vendere il tuo oro.

Professionisti bravi ce ne sono in Italia, il problema è che sono pochi e probabilmente tu, non essendo del settore, non sai riconoscerli.

Quindi, segui i miei consigli e se hai dubbi, fammi qualche domanda.
Sarà per me un piacere aiutarti a prendere la decisione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *