Perché la permuta di oro è la più grossa trappola in cui tu possa cadere

permuta oro trappolaTi sarà capitato molte volte di pensare: “Basta! Ora porto in gioielleria quei vecchi gioielli che mi ha regalato la zia e che non ho mai messo, e mi faccio dare in cambio qualcosa che mi piace”.

Giusto.
Sacrosanto.
Incontestabile.

Ma c’è un problema…Se fai così, se vendi il tuo oro in permuta, ci rimetti un sacco di soldi.

Lo so, è contro intuitivo perché la tua obiezione sarà:
“…Ma quella gioielleria nel Centro Commerciale valuta il mio oro a un prezzo molto più alto se in cambio prendo qualche gioiello nuovo.”

Prima di svelarti come in realtà te la stanno facendo sotto al naso, facciamo un passo indietro.

Fino a qualche tempo fa c’erano le gioiellerie che si occupavano di ritirare indietro il vecchio oro e solo raramente qualcuna di queste lo pagava in contanti. Era molto più frequente che lo scambiassero con oro nuovo.

Ovviamente la valutazione data al tuo vecchio oro era molto più bassa rispetto ai loro nuovi gioielli in vendita. Ma questo è assolutamente normale:

  • L’oro che porti indietro con molta probabilità andrà rottamato, fuso, venduto alle fonderie
  • I nuovi gioielli che vorresti prendere indietro hanno invece un costo di lavorazione da sommare al valore dell’oro, e in più c’è il giusto guadagno per il gioielliere.

Nascono così successivamente i Compro Oro che si specializzano nell’acquisto di oro usato e lo pagano in contanti. Essendo focalizzati solo su questo, riescono ad essere molto più competitivi delle gioiellerie e destabilizzano tutto il settore.

Il vecchio gioielliere che fino ad allora dormiva sugli allori, è rimasto spiazzato. Non sapendo come difendersi, alcuni gioiellieri hanno preso le distanze dicendo apertamente “Noi non compriamo oro, siamo una giolleria”. E ci può stare.

Altri invece si sono attrezzati come meglio hanno potuto per non farsi soffiare il lavoro dai Compro Oro, e si cominciano a vedere in giro le pubblicità con cui promuovono il ritiro dell’oro a 80 euro al grammo. OTTANTA EURO?

La prima volta che ho letto un volantino così ero in cucina e ho sputato il caffè.
Quando la lucidità mi è tornata e ho finito di pulire il casino che avevo fatto con il caffè, ho studiato attentamente l’offerta. Diceva 80 euro al grammo…e c’era un piccolo asterisco.

“Siamo alle solite! Quando c’è l’asterisco generalmente sotto c’è la fregatura”… e infatti la nota scritta in minuscolo dice che il prezzo va adattato alla quotazione 750.

Un modo complicato per dire che 80 euro si riferisce all’oro puro e che quindi devi togliere subito il 25%. Quindi 80 meno il 25% fa 60 euro al grammo, 20 euro al grammo già ce li siamo persi per strada.

Ma ancora non torna, 60 euro al grammo per dell’oro 18 KT è veramente esagerato, non è assolutamente applicabile, quindi sicuramente doveva esserci un’altra “fregatura” da qualche parte.

Ma dove? Mmmm…

A guardare il volantino non sembrano esserci altri indizi, se non la certezza che 60 euro al grammo per dell’oro vecchio in permuta avrebbero fatto chiudere la gioielleria in un mese.

Ti spiego brevemente perché. Seguimi.

Una gioielleria onesta vende gioielli nuovi, 18 carati comprati in fornitura, ad un prezzo che va dai 50 ai 70 euro al grammo (parliamo ovviamente di oro NON firmato tipo Cartier, Tiffany, ecc.).

Se la stessa gioielleria ritira il mio vecchio oro a 60 euro al grammo così come pubblicizzano, vuol dire che se entro con una collana da 50 grammi rotta e vecchia da fondere, esco con una collana da 50 grammi nuova e lucente.

Il tutto senza cacciare un solo euro. Mmmmm… davvero improbabile, non credi?
Allora, dov’è il segreto con cui queste gioiellerie per nulla trasparenti sbarcano il lunario?

Per scoprirlo ho bevuto l’ultimo sorso di caffè, che ancora non avevo sputato per terra ed è cominciata la mia giornata da investigatore, diretto verso quella gioielleria del volantino (che fa parte di una catena nazionale, quindi sono centinaia ad applicare quella promozione).

Dovevo saperne di più.

Arrivo al Centro Commerciale e mi incammino alla ricerca di questi fantomatici “benefattori” che promettevano di darmi oro nuovo in cambio di oro vecchio senza tirare fuori un solo euro.

Ecco la gioielleria del volantino….giro tra le vetrine. Gioielli esposti con il loro cartellino, ma noto che c’è qualcosa di strano. I prezzi sembrano esageratamente alti.

Però non ne ho la certezza, dovrei sapere quanto pesano così chiedo gentilmente alla commessa il peso di un piccolo bracciale prezzato 260 euro. La signorina comincia a balbettare qualcosa tipo che “dall’azienda non ci dicono i pesi, i gioielli arrivano già prezzati”.

Beccata! Ecco dov’è il trucco. Insisto: “Capisco, ma avrete sicuramente una bilancia, in fondo comprate oro, dovete in qualche modo pesarlo”.

L’imbarazzo diventa ancora più evidente quando mi dice che la bilancia è nel retro ed essendo sola in quel momento non può allontanarsi dal banco.

Nessun problema, aspetto. E chi si muove, voglio andare fino in fondo.

Non solo non vuole dirmi il peso, ma la bilancia con cui dovrebbe acquistare oro dai clienti non è neanche a vista ma sul retro del negozio.

Sherlock Holmes a questo punto avrebbe chiuso il caso perché le prove sono fin troppo evidenti. Ma dato che io ti ho fatto una promessa, vado avanti per farti capire perché la permuta è una trappola, un buco nero in cui spariscono i tuoi soldi.

dove siamo

Quando arriva la collega, a quel punto non ha davvero più scuse. È costretta a pesare il braccialetto. Ed ecco la sorpresa: 2 grammi. Due grammi d’oro a 260 euro?

Avevo intuito che i prezzi di vendita sarebbero stati più alti della media ma 130 euro al grammo supera ogni mia previsione.

Ecco svelato quindi il trucco con cui ti promettono l’inverosimile se vendi oro in permuta mentre stanno preparando un bel cetriolone con scritto sopra il tuo nome.

Comprano il tuo oro a 60 euro al grammo e ti vendono il nuovo a 130, tenendosi un margine di 70 euro. È come se buttassi il tuo oro in un secchione e poi vai a fare shopping nella gioielleria della tua zona, anzi la più cara di quelle che conosci.

Ecco invece quello che dovresti fare…

Vendi il tuo oro usato in un Compro Oro, prendi i soldi contanti e con quelli vai a fare shopping solo nelle gioiellerie più serie che applicano i reali prezzi di mercato.

Solo in questo modo otterrai le migliori condizioni sia nella vendita del tuo oro usato che nell’acquisto di un nuovo gioiello. Questo perché sebbene si parli sempre di oro, sono due mondi distinti che viaggiano su due binari diversi.

Quale Compro Oro scegliere per andare a vendere te ne parlo abbondantemente in questo blog… leggi i vari articoli e troverai risposta a tutte le tue domande.

12 pensieri su “Perché la permuta di oro è la più grossa trappola in cui tu possa cadere

  1. Ciao David! Prima di tutto complimenti per il tuo blog, davvero professionale ed esaustivo! Seconda cosa volevo farti un paio di domande:
    – Hai detto in alcuni tuoi post che i gioielli d’oro 18k vengono valutati considerando il valore dell’oro a 24k – 25% (essendo costituito in parte di un’altra lega metallita e dinfatti ci vuole 1/4 di carati per “raggiungere” i 24k). Ma in un altro post scrivi che la valutazione effettuata, di solito, è di 24k -35%. A cosa è dovuta questa differenza? Quale delle due dovrei considerare nel momento in cui andassi a vendere il mio oro?
    – I prezzi dei gioiellieri su che base vengono stimati? Non certamente in base alla quotazione giornaliera dell’oro, considerando che dietro c’è la lavorazione, il marchio e l’intermediazione per la vendita al dettaglio…
    Grazie mille per l’attenzione e grazie in anticipo per le tue risposte!

    • Ciao Filippo, mi fa piacere che hai apprezzato i contenuti del blog.
      Rispondo alle tue domande.

      Riguardo la valutazione dell’oro 18 carati, sono vere entrambe le affermazioni. Ti spiego meglio.
      La quotazione dell’oro in borsa è relativa all’oro puro.
      Se vuoi ottenere quella del 18 carati, devi togliere il 25%.
      Parliamo comunque sempre del prezzo di borsa.
      Il prezzo a cui tutti gli operatori del mondo fanno riferimento.

      Da questo prezzo dobbiamo andare a togliere il guadagno per il Compro Oro che compra il tuo oro, per la fonderia che successivamente fonderà l’oro, e per una serie di figure professionali che hanno a che fare con quella transazione d’oro.

      Per semplificarti i conti e capire più o meno (bada bene, non è la quotazione ufficiale del 18 carati in un compro oro ma serve solo per farti avere un’idea del valore) puoi considerare il prezzo di borsa meno il 35%.

      Per quanto riguarda i gioielli nuovi, la storia è completamente diversa.
      Influisce sicuramente il prezzo medio dell’oro nel periodo in cui vai a comprare il gioiello.
      Inoltre c’è il costo di lavorazione e il plus dovuto magari al brand che ha prodotto il gioiello in questione.
      Immagina un Cartier ad esempio. Sul mercato è ad un prezzo anche 3 o 4 volte più alto di quello di mercato se non ci fosse scritto Cartier.
      Paghi ovviamente la firma.
      Infine, ovviamente, c’è il guadagno per il gioielliere. Il guadagno è variabile a seconda del tipo di gioielleria. Ma questo vale per ogni settore.
      Ci sono ristoranti più cari e più economici. Sta a te scegliere.

      • Ho capito, sei stato completamemnte esaustivo. Ti ringrazio tantissimo!
        Volevo segnalarti (a titolo informativo) l’esistenza di un’applicazione per iphone chiamata “GoldMeter”, che dovrebbe (a detta dei creatori) rivelare tramite magnetometro l’autenticità dell’oro. Uno strumento utile se si è fuori dalla propia postazione di lavoro e si volesse fare una valutazione “all’impronta”. Ma sono sicuro che molti compratori d’oro professionisti, come te, non ne avranno bisogno.
        Spero di esserti stato utile. A presto con il tuo prossimo articolo!

        • Grazie dell’indicazione anche se chi è del settore mai acquisterebbe oro affidandosi a un’app del telefono.
          Ci sono diversi esami da fare prima di poter essere certi che l’oggetto in questione sia oro sia esternamente che all’interno.
          A presto Filippo!
          E compra il mio libro! 🙂 (piccolo spot pubblicitario)

  2. Grazie dei consigli, stavo per fare un grosso errore ( a dir la verità in passato l’ho fatto) . E’ molto chiaro e logico quello che spieghi.

  3. Ciao , grazie per le informazioni. Oggi sono stata in una rinomata gioielleria e ho chiesto una permuta. Sai a quanto? 17 € al grammo. In un compro oro oggi alle 20.00 cioè dieci minuti prima , mi hanno detto 23 € al grammo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *